Archive for aprile, 2008

File 648 – Kudo Shinichi’s omicide

aprile 23, 2008 on 11:48 am | By | In Files pubblicati | No Comments

shin+corpo+sangueSenza dubbio il titolo di questo file è a dir poco sconvolgente…Shinichi che uccide qualcuno? Impossibile! Vediamo…

In casa dell’ex sindaco si continua a discutere dello Shiragami, in particolare della scomparsa 9 anni prima della sorella minore di Makoto, ritrovata poi morta nel lago per colpa di questo “demone” (o comunque era il pensiero comune). Il padre di Makoto andò a cercarla nella foresta, ma non fece mai più ritorno lasciando solo il figlio già orfano di madre. Fu allora che Hinohara adottò Makoto trattandolo come un vero figlio.

Durante le ricerche nella casa si scopre che il capovillaggio era stato un grande campione sportivo quando era giovane e che aveva vinto numerose medaglie tutte esposte in camera sua. E qui iniziano a notarsi strane cose…perchè nelle medaglie non sono rimasti i nastri? E perchè non è mai stata trovata la seconda statua di una coppia di due generali?

A questi strani fatti notati anche da Shinichi un anno prima, si aggiunge l’enorme venerazione che Makoto nutriva nei confronti di Shinichi: fu proprio questa ammirazione che lo spinse a chiamarlo per risolvere il caso, ma ci restò veramente male quando si arrivò alla conclusione, non poteva credere in quella risoluzione ma, allo stesso tempo, credeva nelle enormi capacità di Shinichi. Makoto cercò diverse volte di mettersi in contatto con il detective per chiedere spiegazioni o la riapertura del caso, ma sempre senza alcun risultato, cosa che fece aumentare il suo risentimento.

Accade però l’impensabile: la giornalista che si è unita alla nostra comitiva afferma di sapere tutto, di sapere la verità su Shinichi, gli dice che può ingannare l’amica di Makoto, l’ufficiale di polizia, i suoi amici ma non può ingannare lei. Shinichi è a dir poco esterrefatto e la giornalista gli fa una proposta: se lui si decide a raccontarle tutta la verità, scriverà di lui solo cose carine e piacevoli circa la verità che non deve essere svelata!

In mezzo a questo caso di omicio c’è tempo anche per i sentimenti di Ran: nonostante quanto affermato da Kazuha, Ran non riesce a piangere per la situazione in cui si ritrova Shinichi e neanche per il suo ritorno, come se sentisse nel suo cuore che c’è qualcosa che non va in tutta la vicenda.

Il mattino dopo, non trovando Shinichi in camera sua, Heiji si fionda nella casa di Hinohara credendo che sia finalmente tornata la memoria all’amico. Ma qui fa una scoperta sconvolgente: Kudo in piedi in mezzo alla stanza, ricoperto di sangue, lo sguardo terrorizzato e un coltello in mano davanti al corpo della reporter!

Ma perchè le parole “La verità che non dovrebbe essere detta” turbano così il poliziotto? Sarà stato veramente Shinichi a colpire la reporter? Quale sarà la vera identità dello Shiragami?

File 647 – The lost memory

aprile 16, 2008 on 11:01 am | By | In Files pubblicati | No Comments

shin+ranIn questo nuovo capitolo si iniziano a scoprire nuove cose riguardo al vecchio caso di Shinichi e non solo.

Ran è a dir poco sconvolta nel vedere il suo caro amico d’infanzia in quelle condizioni, tanto da sembrare irriconoscibile anche alla gente del villaggio. Heiji, per prima cosa, cerca di coprire l’amico dicendo che Conan è tornato a casa in treno da solo per il peggiorarsi dell’influenza, spegnendo così ogni dubbio sul nascere. Mentre è sulle rive del lago, Heiji sente parlare due uomini del posto circa un misterioso ragazzo della foresta: chiunque lo guardi perde all’istante la memoria!

Ritornati in albergo e vestito Shinichi, Heiji chiama subito il professor Agasa che gli svela i particolari della vicenda: Ai però specifica il fatto che l’antidoto avrà una durata di sole 24 ore ed, entro allora, Shinichi dovrà riacquistare la memoria altrimenti sarà un problema far credere che Shinichi e Conan non sono la stessa persona.

Tutta la compagnia si reca nella casa dell’ex capovillaggio, dove un anno prima si era consumata una teribile tragedia: furono uccisi l’allora capovillaggio e sua moglie. A risolvere il caso venne chiamato Shinichi che ipotizzò un doppio suicidio forzato da Hinohara (capovillagio), ma nessuno nel paese prese bene questa ipotesi a causa di un piccolo particolare: Shinichi disse che a spingere il sindaco all’atto estremo fu la disperazione nell’aver scoperto di avere un tumore…peccato che, un’infermiera dell’ospedale dichiarò che  Hinohara  aveva sì un tumore, ma benigno. Il figlio adottivo Makoto sparì subito dopo il ritrovamento dei cadaveri e c’è chi ipotizza che sia stato addirittura ucciso per impossessarsi della sua ingente eredità.

Nonostante queste spiegazioni Shinichi sembra che continui a non ricordare nulla.

C’è un altro fatto interessante legato all’intera vicenda. Nonostante la “risoluzione” del caso molti abitanti del luogo credono che il colpevole sia in realtà il ragazzo della foresta, Shiragami, in grado di cancellare a chiunque lo guardi negli occhi la memoria.

File 646 – Village of animosity

aprile 9, 2008 on 8:18 am | By | In Files pubblicati | No Comments

shin_scanSenza dubbio questo file, dopo numerosi casi classici e quasi abitudinari, ha scosso e risvegliato un po’ tutti. Questo nuovo capitolo da il via a una serie di eventi che potrebbe essere tranquillamente intitolata “Il ritorno”…ma di chi? Andiamo con ordine.

Conan in questo capitolo ha il raffreddore e, come rimedio, ha preso una medicina datagli dal Dottor Agasa. Insieme con i suoi amici di Osaka, Ran e Kogoro si dirige a incontrare Okuda Makoto che ha inviato un lettera a Kudo chiedendo di potergli parlare. A quanto pare l’oggetto dell’invito sarebbe un vecchio caso risolto un anno prima da Shinichi ma che non ha convinto il mittente della lettera.

Al loro arrivo nel paese scoprono però che Makoto, così impaziente di incontrare Shinichi, è scoparso un anno prima e nessuno sappia che fine abbia fatto questa, però, non è l’unica cosa che scoprono: tutti al villaggio non vedono di buon occhio Kudo, additato come bugiardo.

Conan si separa dal gruppo di amici: la lettera chiede espressamente di farsi trovare in un vecchio cottage in mezzo alle montagne, già noto a Shinichi. Entrato nella baracca Conan nota subito una ricetrasmittente dalla quale una voce chiede se è Kudo Shinichi: senza poter dare alcuna risposta, impedito anche dall’aggravarsi del raffreddore, il piccolo detective viene chiuso dentro il cottege ed è proprio in quel momento che accade qualcosa che nessuno si aspettava.

Conan riconosce i sintomi, vissuti già in passato: sta tornando ad essere Kudo Shinichi! In quel momento però sorge un problema: deve riuscire ad uscire dal cottage prima che qualcuno si accorga di qualcosa e, per farlo, sfonda una piccola finestra prima della completa trasformazione finendo così nel lago.

Con un cambio di scena sarà la stessa Ai a chiarirci le idee: quella pastiglia che Agasa ha dato a Conan scambiandola per una semplice aspirina era in realtà un prototipo dell’antidoto per l’APTX4869! Sarebbe stata intenzione della scienziatina provare l’antidoto su Conan non appena questo fosse tornato a casa, in modo tale da poter controllare possibili effetti collaterali e senza preoccuparsi di essere scoperti…ma ormai è tardi!

Nel frattempo Ran & Co. si accorgono della scomparsa di Conan, dando il via alle ricerche. Sarà Heiji ha sentire due uomini dire che è stato trovato nel lago un ragazzo completamente nudo, ma non un bambino delle elementari, bensì un liceale! Shinichi è tornato, la trasformazione è completata, ma le novità non finiscono qui: il detective liceale non ricorda niente, la sua identità compresa!


Powered by WordPress and Nifty Cube with Recetas theme design by Pablo Carnaghi.
Entries and comments feeds. Valid XHTML and CSS.
©2005-2017 Detective Conan - Koi ha thrill, shock, suspense - Detective Conan - Meitantei Conan - © 1994-2017 Gosho Aoyama - Shogakukan - TMS - Yomiuri TV

Questo sito fa uso di cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione.
Maggiori informazioni